CONFERMATO BONUS MOBILI PER IL 2024, MA L’IMPORTO SI RIDUCE A 5.000 EURO

 

PREMESSA

Il bonus mobili consiste in una detrazione Irpef per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Per il 2024, la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro riferito alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (per il 2023 l’importo era pari a 8.000 euro). La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.

In genere, l’acquisto in autonomia di mobili o di elettrodomestici, non è mai detraibile agli occhi del fisco, ma lo diventa se nella stessa casa vengano svolti degli interventi di recupero edilizio (ristrutturazione) di cui all’art. 16 bis del TUIR che danno diritto all’agevolazione.

 

OGGETTO DEL BONUS MOBILI
Mobili nuovi quali letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
Grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore classe A per i forni, alla classe E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, alla classe F per i frigoriferi e i congelatori, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

Si possono portare in detrazione le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.

 

IMPORTANTE

  1. La data di inizio dei lavori deve precedere quella di acquisto dei mobili, ovvero l’intervento deve essere iniziato dal 1°gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto del dei mobili e degli elettrodomestici.
  2. I pagamenti devono essere effettuati tramite movimenti tracciabili, per poter beneficiare della detrazione.