AFFITTI BREVI: CEDOLARE SECCA AL 26%

PREMESSA

L’articolo 1 comma 63 della legge d bilancio 2024 n. 213/2023 ha modificato il regime fiscale delle locazioni brevi contenuto nell’articolo 4 del DL n. 50/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 96/2017, aumentando l’aliquota della cedolare secca sugli affitti dal 21 al 26 per cento per chi concede in locazione per brevi periodi più di un appartamento all’anno.

 

CEDOLARE SECCA 2024

Dal 1° gennaio 2024 la cedolare secca applicabile alle locazioni brevi è del 26% a partire dal secondo immobile concesso in locazione.

  • Viene prevista l’aliquota ridotta al 21% per i redditi derivanti dai contratti i locazione breve relativi ad una unità immobiliare individuata dal contribuente in sede di dichiarazione dei redditi.
  • Nel caso in cui i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare la ritenuta viene mantenuta al 21%, prevedendo, però, che, in caso di destinazione alla locazione breve di più di un appartamento per ciascun periodo d’imposta, ovvero nel caso in cui non sia esercitata l’opzione per l’applicazione della cedolare secca, detta ritenuta venga operata a titolo d’acconto.

 

Selezionare qui per visualizzare la circolare (.pdf)